claudia farina reportage
Reportage

Kenya forever!

Parchi tra i più importanti dell’Africa per risorse naturali, ricerca scientifica, divertimento. Game drive da esploratori, soggiorni in spiagge d’argento, blu safari, notti bianche in beach party.

Il Kenya dei parchi è uno spettacolo da vedere in più puntate, a meno che non si faccia parte dei privilegiati che scelgono di abitare sulla costa vari mesi l’anno, come fanno tanti Italiani. Un parco evoca, per somiglianza o per contrasto, l’altro e poi un altro ancora, come se l’attrazione fatale per l’Africa avesse una sottospecie nell’attrazione fatale per i parchi, i lodge, i game drive all’alba e al tramonto, i fruscii, i rumori degli animali intorno ai campi tendati.

Continua a leggere su ViaggiVacanze.info

Sono nata a due chilometri dal Garda e il lungolago di Peschiera è stata la mia long beach, “esotica” e invitante come appariva agli adolescenti di fine anni ’60. Alla scuola elementare decisi di fare la maestra e così fu; alla media la professoressa di lettere, così non fu ma ebbi l’abilitazione per la cattedra; alle superiori la giornalista, e così è stato, nella seconda vita professionale. Quanto mi è piaciuto insegnare a leggere e scrivere ai bambini, sentivo il privilegio di dare loro gli strumenti per comprendere il mondo. Erano gli anni ’70, densi di progetti, aspettative, azioni dirompenti rispetto alla cultura precedente, perciò decisi di mettermi al timone della nave diventando dirigente scolastica e in questa veste ho partecipato all’avventura didattica “La favola del lago”, divenuta libro nel 1985.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *