Claudia Farina il blog del veneto
Turismo

A Ravenna l’estate s’illumina con i mosaici

Ravenna, punto d’incontro del mondo occidentale col mondo orientale ci tramanda con i suoi preziosi mosaici, una epoca d’oro dell’arte bizantina, una forma d’arte dalle antiche origini. I Sumeri, le civiltà precolombiane, gli egizi e i greci avevano sviluppato questo gusto decorativo fino a renderlo elaborato e sofisticato. Furono i romani che potenziarono questa arte e la diffusero in tutto l’impero, introducendo il mosaico pavimentale e una colorazione che definiva gli spazi architettonici. Quando Costantino trasferì la sede imperiale a Bisanzio, la contaminazione dell’arte orientale diede luogo a una evoluzione stilistica con l’uso di grandi campiture d’oro. Ravenna, racchiude queste splendide opere con testimonianze di arte cristiana-romana e bizantine e le preserva coltivando la pratica del restauro.

Mausoleo di Galla Placidia interno

Si deve a Galla Placidia, figlia di Teodosio il grande imperatore d’oriente, il periodo di lunga pace che vedrà a Ravenna la costruzione di importanti monumenti come la Basilica di San Giovanni, il Battistero Neoniano e il magnifico Mausoleo a lei dedicato. La piccola costruzione è un affascinante scrigno che al suo interno risplende di meravigliose decorazioni. La Basilica di San Vitale rappresenta uno straordinario esempio di architettura bizantina, con la sua arditezza delle forma ottagonale e i mosaici interni che sovrastano lo spettatore per bellezza e grandiosità, come per la maestosa Basilica di San Vitale, di San Apollinare in Classe e San Apollinare Nuovo.

mosaici di San Vitale

Anche questa estate, dopo una forzata interruzione a causa del lockdown, a partire dal primo luglio riprendono le iniziative di Ravenna Incoming per l’estate 2020 con le visite guidate per conoscere le meraviglie cittadine. Prima fra tutte, intanto, la proposta “Mosaico di notte”; un’esperienza unica e indimenticabile che già da diversi anni permette ai visitatori di ammirare alcuni monumenti UNESCO nella suggestiva atmosfera notturna.

San Vitale

La proposta di quest’anno prevede ogni mercoledì sera due percorsi di visita guidata, con apertura di monumenti riservata solo per l’occasione.Il primo percorso (partenze alle ore 20.30 e alle 21) si sviluppa tra le vie del centro città e prevede la visita alla Basilica di San Vitale, al Mausoleo di Galla Placidia e da quest’anno anche alla Basilica di Sant’Apollinare Nuovo. Il secondo percorso, nato quest’anno e ambientato a Classe, prevede ogni mercoledì sera alle ore 21 una visita guidata della durata di un’ora al Museo Classis. Le visite – da prenotare esclusivamente on line, in maniera facilissima, al sito www.ravennaexperience.it  – per l’estate 2020 sono articolare su una serie di proposte in grado di mostrare le diverse eccellenze cittadine anche in maniera originare ed inedita.

Piazza San Francesco

A queste iniziative, si aggiungono altre due proposte già attive da qualche settimana. La prima è collegata a “Ravenna Bella di Sera”. Si tratta delle “Visite Guidate in Musica”: visite serali che, al termine, prevedono intrattenimenti musicali in una cornice speciale, ovvero all’interno di alcuni fra i giardini più belli della città: (il sabato ai Giardini Pensili del Palazzo della Provincia, la domenica a Palazzo Rasponi dalle Teste, il lunedì al Giardino delle Erbe Dimenticate oppure a Palazzo Rasponi dalle Teste). Questi splendidi teatri all’aperto offriranno ai partecipanti alla visita un omaggio musicale sempre diverso di serata in serata.

Battistero neoniano

Infine, ogni giorno alle 10.30 Ravenna Incoming organizza “Scopri Ravenna – Due passi in città”: itinerari guidati che accompagneranno il visitatore in una piacevole passeggiata lungo le vie principali del centro storico di Ravenna, alla scoperta dei monumenti Patrimonio Unesco, ma anche degli angoli più suggestivi e meno conosciuti, dei personaggi famosi, di aneddoti e leggende, fino all’enogastronomia e alla street art (la partenza dell’itinerario è garantita solo sabato e domenica, gli altri giorni al raggiungimento di un numero minimo).

Giornalista e viaggiatrice spesso a bordo di meravigliosi treni, ho viaggiato sui binari del mondo, ho percorso centinaia di chilometri testimoniando lo spettacolo dei paesaggi più svariati che scorrevano dal finestrino. I luoghi e volti di quelle esperienze di viaggio li condivido nei miei reportage ritrovando lo stupore e la meraviglia che ogni luogo racchiude. Seguitemi e non ve ne pentirete. Seguimi su Facebook

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.