shakespeare verona
Territorio Veneto

Prendete posto, sta per cominciare la stagione artistica 2021 di Casa Shakespeare

Abbiamo rapito William Shakespeare

“Abbiamo rapito William Shakespeare. Sta bene è in buone mani. Solo, avevamo altri programmi per lui.” E’ il motto utilizzato per presentare la terza edizione della rassegna teatrale di casa Shakespeare in versione web dalla sede del teatro Satiro Off a Verona che prevede 7 titoli, alle ore 10 riservati alle scuole e alle ore 19 al pubblico che intenderà partecipare abbonandosi o acquistando l’ingresso digitale preferito. Informazioni sul sito internet di Casa Shakespeare.  Dopo “Merchant of Venice” del 28 gennaio scorso seguiranno l’11 prossimo “Romeo & Juliet”, il 25 “Il sogno del Teatro”, l’11 marzo “Othello”, il 24, 25 e 26 marzo la trilogia in omaggio a Dante Alighieri in occasione del 700° anniversario della sua morte con Inferno, Purgatorio e Paradiso. Ne abbiamo parlato con Solimano Pontarollo, attore, regista, presidente e direttore generale di Casa Shakespeare. A fine febbraio scorso, poco prima del lock down, c’è stata una chiamata alle arti da parte degli attori professionisti e giovani attori e di tutte le persone che girano attorno a questa realtà, che per prima in Italia ha sperimentato lo strumento dello streaming ottenendo un buon riscontro a livello nazionale. “Ringrazio innanzitutto gli artisti. Casa Shakespeare è sempre stata una casa aperta, ha accolto micro formazioni di teatro, danza, autori, attori che si sono riconosciuti in un luogo comune. L’idea è stata quella di una cosa che avviene spesso in teatro, utilizzare l’ostacolo come un’opportunità per un’altra visione. Quando abbiamo saputo del DPCM che limitava l’accesso al teatro lo abbiamo chiuso aprendo contemporaneamente un colloquio con i nostri artisti. E nei giorni immediatamente successivi ci siamo posti la domanda: perché non andiamo a raccontare la storia di un’epidemia? Lo abbiamo fatto con il testo di Manzoniana memoria sul processo agli untori che, adattato da Renzo Gasparella, proposto da una dozzina di persone tra cui coreografo, musicista e un operatore video, in un modo che non esisteva, il teatro dal vivo online.” La novità di quest’anno è Streaming Drama. “Nasce da tutte le sperimentazioni che abbiamo portato avanti da quel 28 febbraio. L’attore è interprete e operatore usando vari strumenti di ripresa. C’è un teatro virtuale, attualmente la piattaforma zoom, dove spettatore e attore sono in quel momento presenti e in questo modo si partecipa ad un’interpretazione dal vivo con la restituzione dell’immediato con la stessa emozione e adrenalina”.

In foto: il direttore generale di Casa Shakespeare Solimano Pontarollo con il direttore artistico Andrea De Manincor.

Giornalista, collaboro con L'Altro Giornale prevalentemente per l'edizione Quadrante Europa. Coautore del libro Eccomi…una storia d'amore con Dio pubblicato nel 2015. Sono socio Lions e Officer Distrettuale per più progetti. Cavaliere dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme e Cavaliere delle Repubblica. Facebook: AZ20 Linkedin

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.