claudia farina reportage
Reportage

Islanda da scoprire

Tra nere pietre vulcaniche, bianchi irruenti geyser, abbacinanti ghiacciai e imponenti cascate: benvenuti nel Paese che ha il Parlamento più antico d’Europa.

Fuoco, acqua e visioni della terra com’era milioni d’ anni fa. È l’Islanda delle nere pietre vulcaniche, dei bianchi irruenti geyser, di abbacinanti ghiacciai e imponenti cascate; dei verdi di ogni sfumatura sui tappeti di muschio o sui sentieri che costeggiano canyon dell’ultima glaciazione. Posizionata sotto il circolo polare artico, d’estate ha luce per quasi 24 ore e altrettanto buio d’inverno, finche l’aurora boreale fa esplodere il cielo in mille colori. 

Continua a leggere su ViaggiVacanze.info.

Sono nata a due chilometri dal Garda e il lungolago di Peschiera è stata la mia long beach, “esotica” e invitante come appariva agli adolescenti di fine anni ’60. Alla scuola elementare decisi di fare la maestra e così fu; alla media la professoressa di lettere, così non fu ma ebbi l’abilitazione per la cattedra; alle superiori la giornalista, e così è stato, nella seconda vita professionale. Quanto mi è piaciuto insegnare a leggere e scrivere ai bambini, sentivo il privilegio di dare loro gli strumenti per comprendere il mondo. Erano gli anni ’70, densi di progetti, aspettative, azioni dirompenti rispetto alla cultura precedente, perciò decisi di mettermi al timone della nave diventando dirigente scolastica e in questa veste ho partecipato all’avventura didattica “La favola del lago”, divenuta libro nel 1985.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *